giovedì 26 novembre 2020

Maradona come modello di vita riuscita?

 La morte di una persona dispiace sempre e rende pensierosi. 

Per Maradona i media argentini ed italiani - e non solo questi - hanno presentato una persona che non solo era eccezionalmente dotato per il calcio, ma che ha realizzato una vita di droga, guadagni, figli intra ed extra matrimoniali, "donne", sospetti rapporti con la criminalità organizzata, depressioni ...



E sembra quasi che l'ammirazione per il suo piede d'oro si sia estesa a lui come persona che si è potuto «permettere tutto».

È questo il modello sociale corrente di auto-realizzazione in Occidente ? 

Non ricorda un po' fenomeno Berlusconi dei suoi anni d'oro?

domenica 8 novembre 2020

Francia. Caricature antireligiose

 Il presidente francese Macron  il 21 ottobre ha difeso il diritto delle caricature anti-religiose nel suo discorso in occasione de Hommage national per il Prof. Paly ucciso da un estremista islamico.



https://www.youtube.com/watch?v=HjAC5eWaZG0

Ecco la risposta dei vescovi francesi del 7 novembre:

https://eglise.catholique.fr/espace-presse/communiques-de-presse/508409-de-vraie-liberte-respect-fraternite/


È un esempio di ragionamento etico, contestualizzato nella Francia odierna, ma valido in assoluto.

lunedì 10 agosto 2020

RU 486

 


È di un estrema tristezza costatare come l'aborto venga sempre più banalizzato, ridotto all'assunzione ambulatoriale di una pillola.

Come anche che la sua giustificazione "morale" sia la libertà di scelta della donna e che questo venga presentato come un progresso civile, una umanizzazione della vita civile.

Si possono fare molte considerazioni serie pro e contro l'aborto, ma resta un fatto che è un avvenimento tristissimo e che non si può trattarne come ha fatto una studiosa di filosofia su Repubblica dell'8 agosto:

«Da quando l'Agenzia italiana per il farmaco ha dato via libera alla pillola abortiva, i nostalgici della clandestinità si sono sentiti in dovere di iniziare una nuova crociata, parlando dell'interruzione di gravidanza farmacologica come di un aborto "facile" e "fai da te": ormai chiunque, secondo loro, avrebbe potuto abortire con la stessa facilità con cui si beve un bicchier d'acqua, facendo aumentare in modo esponenziale il numero di Ivg».

Questa battuta dei "nostalgici della clandestinità" non è nemmeno classificabile come retorica pubblicistica: è solo fonte di tristezza, di una estrema tristezza. E con coloro che non sentono questo sentimento, è impossibile dialogare seriamente su questo argomento.


lunedì 27 luglio 2020

Bene comune e partiti politici

L'editoriale del 27.07.20 di Massimo Giannini, direttore de La Stampa, s'intitola: Una nuova questione morale.

«I partiti di oggi non fanno più politica. Sono soprattutto macchine di potere e di clientela,  scarsa a mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società; ideali e programmi pochi o vaghi; sentimenti e passioni civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, senza perseguire il bene comune... I partiti occupano lo Stato e tutte le sue istituzioni, gli enti locali, gli enti di previdenza...».