lunedì 28 maggio 2018

L'Irlanda e l'aborto


In seguito al recente referendum la Repubblica d’Irlanda 


cambierà  presto la sua legislazione restrittiva sull’aborto. Dal punto di vista della stato di diritto non si può eccepire nulla: il popolo sovrano si è pronunciato.

Su quello morale invece bisogna essere chiari. 




Anche se il 99%  avesse votato a favore del cambiamento della legge, questo non cambierebbe nulla. L’aborto resta un grave errore ed un grave disordine. Tranne situazioni molto particolari sul piano soggettivo, è un  peccato grave contro Dio e contro gli uomini.

Si tratta infatti dell'uccisione di una persona.


E questo, anche per una morale non religiosa, non può diventare un diritto morale. 
Nessuna comunità umana può sul piano morale essere giustificata ad uccidere direttamente i suoi membri innocenti.  Ne seguirebbe la dissoluzione della comunità umana come comunità morale.

Nessun commento:

Posta un commento